Pompa Dosometrica Fai da te – Seconda parte: L’assemblaggio

Ciao ragazzi! Ok avete acquistato tutto? Avete tutto il materiale per le mani? E allora vediamo come fare per montare tutto insieme in pochi passaggi.

Prima di tutto dovreste avere tutto l’occorrente spiegato nella Prima Parte di questa miniserie:

1

Se volete iniziare a provare a montare il circuito potete fare tutto tranne i collegamenti alle pompe, sul circuito con l’integrato ci sono dei led, che si accenderanno quando la pompa dovrebbe essere in azione. Riuscite così già a testare tutto il funzionamento della Pompa Dosometrica.

Gli strumenti necessari per il montaggio sono i seguenti:

2

ovvero un saldatore, dello stagno, una guaina termorestringente e del filo, possibilmente nero e rosso :).  Ah ovviamente vi serve anche un cacciavite.

Se non avete un saldatore potete acquistare questo: è un ottimo kit che va benissimo per partire:

Saldatore

Se invece preferite acquistarne uno un po’ migliore, potete prendere questo:

Stazione saldante

Per fare i buchi nella scatola elettrica può essere comodo uno strumento del genere:

2b

che potete acquistare su amazon: Punte coniche.

Cominciamo a ricavare i cavi da saldare alle nostre teste. Tagliate un cavo nero ed uno rosso di circa 10 – 12 cm per ogni testa che andremo a montare. In questo tutorial creerò una pompa a 3 teste e quindi avrò 6 cavi.

34

Spelate le 2 estremità come in foto e andate ad attaccarle alla testa della pompa dosometrica. Mantenete sempre la stessa configurazione, ad esempio in questa foto il rosso sarà verso il basso della testa.

57

Andate poi a dare un punto di saldatura a stagno in modo da evitare che si stacchino i fili.

8

A questo punto tagliate 2 pezzetti della guaina termorestringente per coprire i contatti e le saldature:

10 11

Infilateli nei fili e scaldateli con l’accendino in modo che aderiscano bene ai contatti:

12 13

Ripetete tutto il procedimento per ogni testa delle pompe dosometriche in modo da ottenere il seguente risultato:

14

ora prendete il convertitore di corrente 12v – 5v:

15

Anche in questo caso dovete saldare i fili nei 4 punti indicati. Utilizzate un filo rosso per il pin con scritto In+ e uno nero per quello con scritto In- poi tagliate una delle estremità dei cavi dupont e saldate quell’estremità ai pin Out+ e Out-. In questo caso io ho usato un filo blu per l’out+ e un filo viola per l’out- :

17

Prendiamo ora il connettore per la corrente elettrica con 2 fili uno rosso e uno nero:

18

Collegate il rosso al pin PIU’ INTERNO e il nero a quello più ESTERNO;

20

Anche in questo caso date 2 punti di saldatura ed utilizzare la guaina termorestringente per coprire i contatti:

21 22

Procediamo ora a bucare la scatola elettrica, ogniuno può utilizzare il metodo che crede, il più comodo come dicevo è sicuramente quello di utilizzare quell’attrezzo che vi ho linkato sopra, altrimenti potete anche farlo col trapano e poi con una raspa, o in qualsiasi altro modo riteniate più corretto. I buchi da fare sono 1 per ogni testa delle pompe dosometriche e 1 per il connettore elettrico che abbiamo appena saldato:

23

Il risultato finale sarà qualcosa del genere:

22b 24

Ora non ci resta che inserire le teste e il connettore nei buchi appena fatti e procedere con i collegamenti:

26b

Tagliate di nuovo una delle estremità di 3 cavi dupont (possibilmente due neri e uno rosso) e collegate insieme tutti i rossi che avete, compreso quello che arriva dal convertitore e quello del cavo dupont appena tagliato:

25

I neri delle teste delle pompe invece non vanno ancora collegati insieme. Dovete collegare solo il nero del connettore di alimentazione con il nero del convertitore, e con i 2 cavi dupont appena tagliati:

26b

Nel caso di 3 teste avrete quindi 6 cavi rossi collegati tutti insieme e 4 cavi neri collegati tutti insieme. Se volete fare una bella cosa utilizzate un Mammut per isolarli dal resto:

26c

Ora prendete il circuito con il motore stepper e TAGLIATE, si tagliate il cavo che collega il motore al circuito (Il motore non ci servirà a nulla e quindi potrete buttarlo tranquillamente):

27b

Prendete la parte con il connettore e i fili, e collegate il filo blu al nero della prima testa dosometrica, il rosa al nero della seconda testa dosometrica, il giallo al nero della terza testa dosometrica l’arancio al nero della quarta testa dosometrica. Se avete più di 4 teste, dovete costruirvi da voi il circuito come da schema indicato nella parte precedente, o utilizzare 2 di questi circuiti.

27

Isolate i 3 collegamenti come meglio credete, con un punto di saldatura, o con dei mammuth. Io ho utilizzato 3 pezzi di guaina termorestringente:

27c

Ora dovete regolare la tensione in uscita dal convertitore 12v 5v. Collegando l’alimentatore al connettore si dovrebbe accendere il led sul convertitore 12v 5v:

27d

Ora con un tester (multimetro) dovete mettere il polo positivo su out+ e quello negativo su out-, impostare il tester su Vcontinua e misurare la tensione in uscita. Con un piccolo cacciavite girate la vite fino a quando il tester non misura 5.00V in uscita. Mi raccomando, se saltate questa parte e/o la tensione di uscita è superiore a 5v brucerete il Nodemcu:

3027e

Ora bisogna fare tutti i collegamenti, prima però staccate l’alimentatore dal connettore in modo da non avere corrente:

Prima di tutto collegate le uscite del convertitore al nodemcu, il rosso sul pin Vin e il nero su un GND, poi collegate il cavo rosso dupont che esce dal gruppo dei rossi al + del circuito con l’integrato e un dupont nero dal grupo dei neri al – del circuito dell’integrato. Collegate poi l’altro dupont nero ad un altro GND del nodemcu:

28

Ora collegate con 4 cavi dupont i pin D1 D2 D5 D6 del nodemcu rispettivamente a IN1 IN2 IN3 e IN4 del circuito con l’intergrato:

29

Et Voilà! Teoricamente avete finito. Ora provate a vedere se collegando l’alimentatore si accendono un po’ di led e non esce fumo da nessuna parte 🙂

32

Se tutto funziona, non ci resta che attendere la parte 3 di questo tutorial per il caricamento del programma sulla pompa.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro, se ci fossero dubbi non esitate a contattarmi. Tenete sempre conto che faccio tutto questo senza scopo di lucro (anche se una piccola donazione usando il pulsante sulla destra non mi farebbe schifo ) e che quindi se ci sono errori o imprecisioni non uccidetemi.

Ciao!!!!

5 pensieri riguardo “Pompa Dosometrica Fai da te – Seconda parte: L’assemblaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *