Il PVC

IL PVC – parte III

Il PVC richiede un adesivo specifico, esistono vari prodotti con caratteristiche più o meno simili ma in generale si tratta di gel contenenti pvc disciolto in un solvente altamente volatile. Il più conosciuto è il Tangit (Henkel), reperibile presso qualsiasi ferramenta o brico ben fornito. Il Tangit è disponibile in diversi formati ed ha un costo medio di 7/8€ per il tubetto da 125 ml, garantisce ottimi risultati e il suo impiego è davvero alla portata di tutti. Di contro richiede 24 ore prima che il pezzo incollato possa essere posto in opera: sicuramente non è un problema nel caso di una vasca in fase di allestimento, ma lo diventa nel caso in cui si debba intervenire per una riparazione o modifica su una vasca già in funzione.

Una alternativa che ritengo molto valida è costituita dagli adesivi cosiddetti istantanei, prodotti destinati ai professionisti che garantiscono prestazioni superiori con ridotti tempi di posa in opera. Personalmente utilizzo il collante Effast-tite ad indurimento rapido, disponibile in flaconi con applicatore a pennello che semplifica enormemente le operazioni di incollaggio.

IMG_2698

Sempre riguardo i prodotti per incollaggio, meritano un accenno i detergenti, noti anche come decappanti: sono solventi che espletano una duplice funzione, in primo luogo permettono di detergere le superfici, inoltre ammorbidiscono il pvc ottimizzando il successivo incollaggio. Personalmente utilizzo il detergente Tangit, disponibile in comodi flaconi da 500 ml.

IMG_2696

Finora si è parlato di incollaggio del PVC, in realtà sarebbe più corretto parlare di saldatura, infatti i prodotti sopra citati agiscono sciogliendo gli strati superficiali del materiale e, quando il solvente evapora, le superfici a contatto rimangono letteralmente fuse le une alle altre. Il risultato è del tutto simile a quello che si otterrebbe riscaldando i pezzi fino ad una parziale fusione e portandoli poi a contatto, tecnica utilizzata per altre tipologie di plastica come il polietilene e il polipropilene.

Vediamo adesso come procedere ad un incollaggio base, uniremo un pezzo di tubo diametro 25 mm ed una curva a 90° ovviamente anche questa diametro 25 mm:

– iniziamo col tagliare il tubo nella misura desiderata, quindi procediamo alla sbavatura

– utilizziamo la carta vetro per irruvidire le superfici che saranno coinvolte nell’incollaggio, ossia la superficie esterna del tubo e quella interna della curva, questo passaggio si può omettere dal momento che in acquario abbiamo a che fare con diametri di tubo relativamente piccoli e basse pressioni.

– utilizziamo il detergente e della carta assorbente per pulire le superfici

– applichiamo la colla sulla superficie esterna del tubo e quella interna della curva quindi uniamo i pezzi

– rimuoviamo rapidamente l’eccesso di colla.

– lasciamo il pezzo a riposo per il tempo indicato sulla confezione della colla utilizzata, nel nostro caso con effast-tite sono sufficienti 5 minuti.

Video incollaggio

Ribadisco che è fondamentale applicare sempre l’adesivo su entrambe le superfici che dovranno essere unite, applicare l’adesivo su una sola superficie predispone ad un alto rischio di perdite.

Seguendo questa procedura possiamo incollare qualsiasi tipo di tubo e raccordo, di seguito illustro la procedura per il corretto incollaggio dei bocchettoni o giunti 3 pezzi (procedura analoga per le valvole), procedura delicata in quanto un eccesso di colla può compromettere la tenuta del giunto:

– dopo aver tagliato, sbavato e sgrassato i tubi procediamo a sgrassare e smontare il bocchettone nelle sue 3 parti (flangia, ghiera, base con o-ring)

– incolliamo la base sul rispettivo tubo seguendo la procedura classica ma prestiamo attenzione affinché l’eccesso di colla non coli all’interno danneggiando la sede dell’o-ring, usiamo della carta per rimuovere tutti gli eccessi di colla sia internamente che esternamente.

– inseriamo la ghiera sul tubo prima di incollare la flangia

– incolliamo la flangia sul rispettivo tubo seguendo la procedura classica, anche qui poniamo attenzione agli eccessi di colla che possono danneggiare la faccia a contatto con l’o-ring.

– attendiamo che la colla indurisca quindi possiamo unire il bocchettone (o la valvola).

Video Incollaggio 2

Termino con alcune raccomandazioni: il solvente contenuto negli adesivi per PVC è altamente voltatile, quindi è opportuno lavorare in ambienti ben aerati. Inoltre i prodotti citati in questo articolo possono causare irritazioni cutanee e seri danni se inalati o ingeriti, si consiglia di utilizzare idonei mezzi di protezione individuale (guanti, occhiali, mascherina) e tenere le confezioni fuori dalla portata di bambini e animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.